home
• Home • Commenti • Biografia • Spigolando tra storia e ricordi personali • Video • Contatti

UN LIBRO DEL 1925: "BORGO A MOZZANO E PESCAGLIA NELLA STORIA E NELL'ARTE", potrebbe portar fortuna alla fusione dei due Comuni

Tra gli scaffali della mia libreria ho ricercato in questi giorni il libro "BORGO A MOZZANO E PESCAGLIA NELLA STORIA E NELL'ARTE",  scritto dal borghigiano Francesco Maria Pellegrini,  nel 1925,  che contiene una ricca descrizione della storia e dei "beni culturali" di tutti i paesi dei due Comuni che, insieme, fecero parte della antica Vicaria di Coreglia.
Il libro è corredato di una imponente (per l'epoca)  documentazione fotografica di chiese, romitori, palazzi e arredi sacri,  che il Pellegrini raccolse, come dice lui stesso,  "girando i monti del Bargiglio e della Val di Roggio, in compagnia del fotografo Alceste Togneri".
Proprio quel libro, scritto 88 anni fa, potrebbe essere un "testimone", non interessato, dei legami forti, sempre esistiti,  tra i due Comuni che, in questi giorni, stanno parlando di fusione "amministrativa", dettata da esigenze di razionalizzazione di servizi e di miglioramento delle capacità operative e finanziarie della nuova realtà, che si pensa di costituire, se i cittadini dei due territori si esprimeranno a favore in un apposito referendum.
Sia pure in questo periodo di gran calura e di ferie, sarà opportuno che Sindaci, Assessori e tutti coloro che hanno avviato questo processo di fusione, avviino anche un'opportuna opera di informazione, puntuale,  sulle procedure e sui vantaggi che possiamo avere dall'unione delle due realtà.
Credo che ci siano più vantaggi che svantaggi, ma dobbiamo sviscerare tutti gli aspetti. E forse è meglio  una fusione volontaria ora, tra due realtà che si scelgono, rispetto a qualche successiva unione o accorpamento decise...per legge.
Buon lavoro !

8 luglio 2013





www.gabrielebrunini.it - Cookie Policy - Privacy - Sitemap
Realizzazione Sito: ZonaVirtuale - Siti Web Lucca