home
• Home • Commenti • Biografia • Spigolando tra storia e ricordi personali • Video • Contatti

27 agosto 1870 LA FUCILAZIONE DEL MAZZINIANO PIETRO BARSANTI AL CASTELLO SFORZESCO DI MILANO

UNA CARTOLINA STORICA...
Un caro amico mi ha recapitato una cartolina di fine ottocento, firmata dal celebre pittore Cesare Tallone (1853-1919), che rievoca la fucilazione del mazziniano, caporale del Regio Esercito, PIETRO BARSANTI, nato a Gioviano il 30 luglio 1849; fucilazione avvenuta il 27 agosto 1870 al Castello Sforzesco di Milano.
I suoi resti, che erano rimasti in un deposito del cimitero monumentale di Milano, furono riportati a Gioviano il 2 giugno 2003 e a lui dedicammo un concerto del Corpo Musicale di Corsagna, un convegno storico con la presenza del Prof. Umberto Sereni e la pubblicazione di  un libro dal titolo: "PIETRO BARSANTI, IL SOGNO DI UN'ITALIA UNITA E REPUBBLICANA"; il libro, edito dal Comune di Borgo a Mozzano, ebbe la collaborazione della Domus Mazziniana di Pisa.
La cartolina contiene un "j'accuse" del giornalista e politico Felice Cavallotti (1842-1898) contro i Savoia.

Nell'occasione del 2 giugno 2003 il Sindaco Gabriele Brunini rilasciò alla stampa la seguente dichiarazione:

«Oggi,  finalmente, in un'Italia dove la festa della Repubblica torna ad essere festa nazionale e viene chiamata festa degli italiani, dove il tricolore torna ad assere il simbolo che unisce, dove il presidente Ciampi ci invita a cantare l'inno nazionale, il giovane e coraggioso idealista Pietro Barsanti torna a vivere nel ricordo e nella memoria collettiva tra le antiche case del maestoso castello di Gioviano».

 

Gabriele Brunini - pagina Facebook 29 agosto 2021 





www.gabrielebrunini.it - Cookie Policy - Privacy - Sitemap
Realizzazione Sito: ZonaVirtuale - Siti Web Lucca