home
• Home • Commenti • Biografia • Spigolando tra storia e ricordi personali • Video • Contatti

LA DEVOZIONE ALLA VERGINE DI LOURDES NELLA PARROCCHIA DI SAN ROCCO A BORGO A MOZZANO

Ricordi di sanrocchino...

Il bollettino "SPRAZZI DI LUCE", che ho rinvenuto nell'archivio della Parrocchia di S.Rocco in Borgo a Mozzano, ci offre la possibilità di conoscere notizie storiche sulla vita della comunità che, altrimenti, potrebbero essere dimenticate per sempre.

Nella chiesa di S. Rocco è forte e conosciuta la devozione alla Beata Vergine di Lourdes, apparsa a Bernardette l' 11 febbraio e il 16 luglio 1858, a cui è dedicato un altare importante, tutto in pietra, nella crociera della chiesa, il lterzo altare a sinistra entrando in chiesa.

"Sprazzi di Luce" del luglio 1920 ci racconta che la "divozione" a "Nostra Signora di Lourdes" fu introdotta, nella Parrocchia di S. Rocco, per opera del Rettore  Rev.do Don Placido Bucchianeri. Egli acquistò un simulacro a Firenze, da un certo Marchetti, e l'urna che lo racchiude fu eseguito dall'intagliatore lucchese Carlo Grotta, mentre la verniciatura e doratura fu fatta da Arturo Compostrini, pure di Lucca. Il ricamo della cortina fu fatto dalle Suore Dorotee di Lucca. Detto simulacro fu esposto, per la prima volta, nella chiesa di S. Rocco nel maggio 1882. 

Nel maggio 1920, grazie al sentimento di una benefattrice, fu costituita a S. Rocco  la Congregazione della Madonna di Lourdes, che fu approvata dalla Curia Arcivescovile di Lucca il 7 giugno 1920.

Nel 1928 poi, come annuncia il bollettino "Sprazzi di Luce" di gennaio di tale anno, viene decisa la costruzione della grotta, che ancora di ammira nella chiesa di S. Rocco. Come riferisce il bollettino il merito è della signora Augusta Onofri Paoli. Nella grotta verranno collocate le statue della Madonna di Lourdes e della "Beata Bernardina Soubirous". La cerimonia si tenne l'11 febbraio 1928 e, oratore per la circostanza fu il Padre francescano Guido Gherardi ofm. Come scrive il bollettino per l'altare della grotta fu scelto quello già dedicato a San Gregorio (nella crociera a sinistra di chi entra in chiesa, detto l'altare di pietra), come sito esteticamente più adatto. A destra e a sinistra di tale altare figurano due belli affreschi dell'Ademollo (il fonte battesimale con "il Redentore e il Battista" e dalla parte opposta "il battesimo dell'Eunuco di Candace, regina di Etiopia".

Tuttora la devozione alla Vergine di Lourdes è molto sentita nella Parrocchia e in tutto Borgo a Mozzano, oltrechè nell'Unità Patorale. L'11 febbraio si celebrano diverse S. Messe e, particolarmente frequentata, è quella dedicata agli anziani ed agli ammalati, durante la quale viene fatta anche l'unzione degli infermi.

A Borgo a Mozzano c'è anche una cappella dedicata alla Madonna di Lourdes, con la grotta e Bernardette; si tratta della cappellina detta di Mao di cui parlo in un altro articolo di questo sito (vedi su motori di ricerca: LA MADONNA DI MAO A BORGO A MOZZANO)

Gabriele Brunini - Ottobre 2017





www.gabrielebrunini.it - Cookie Policy - Privacy - Sitemap
Realizzazione Sito: ZonaVirtuale - Siti Web Lucca